Osservatorio Romano sulle Migrazioni. Sesto Rapporto

10,0020,00 IVA inclusa

Curatori: Centro Studi e Ricerche IDOS
Casa editrice: IDOS
Città: Roma
Data pubblicazione: 2010

SCARICA L’INDICE
Clear

Description

L’immigrazione di nuovo arrivo e quella di più antico insediamento sono affrontate in questo Sesto Rapporto dell’Osservatorio Romano sulle Migrazioni.

Dopo una parte introduttiva sulle migrazioni nella storia e nella letteratura e sul fenomeno dell’emigrazione dal Lazio, il Rapporto si articola in tre sezioni dedicate a:

  • la Provincia di Roma e i suoi Comuni;
  • Roma e i suoi Municipi;
  • l’economia e l’imprenditoria.

Tra i temi di carattere sociale, che sono stati introdotti dagli editoriali della Provincia e della Camera di Commercio di Roma, vi sono:

a livello provinciale vengono affrontati gli interventi che l’Amministrazione provinciale appronta in materia di immigrazione, le modalità di insediamento degli immigrati in alcuni comuni minori (Rocca di Papa, Lanuvio, Civitavecchia), la scuola, la sanità, la devianza.

a livello comunale vengono trattati i matrimoni tra italiani e stranieri, la mortalità, la questione abitativa, l’insegnamento dell’italiano, l’accesso alle università statali, la storia e il ruolo delle Biblioteche interculturali e dei centri interculturali per minori, il sistema di accoglienza per richiedenti asilo, rifugiati, minori soli e famiglie, la conformazione della città e delle sue periferie in relazione alla presenza degli immigrati.

Altrettanto articolate sono le collettività studiate: i rom e i sinti di Roma, i cinesi e il loro ruolo commerciale a Roma e in Europa, i brasiliani, gli iracheni, i marocchini, i capoverdiani, i bangladesi, i romeni, i macedoni, i sikh dell’Agro Pontino, i malgasci. In ambito religioso gli approfondimenti riguardano il cattolicesimo, la confessione ortodossa e la fede sikh.

La sezione riguardante l’economia inquadra l’apporto nei settori del lavoro dipendente e imprenditoriale, il rischio infortunistico, il supporto all’inserimento dei Centri per l’Impiego, l’invio delle rimesse e la formazione professionale.

Secondo il direttore della Caritas diocesana, mons. Enrico Feroci, “Bisogna imparare a vedere in prospettiva e maturare una maggiore apertura ispirata alla solidarietà. Questo è anche il perno del messaggio della fede cristiana”.

 

Additional information

Formato

Cartaceo, Pdf

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
YouTube
LinkedIn
LinkedIn
Share